Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito stesso.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

   

RAI 3 - Il pazzariello di Emanuele Luzzati per il bando della Rai sulla formazione dei gruppi di "Da Storia Nasce Storia" - 1991
DOCENTI SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE: Maurizio Stupiggia
I tre livelli di funzionamento del cervello umano col passaggio dal piano emotivo a quello terziario secondo il modello psico-neurologico di JAAK PANKSEPP
2018 - ISTITUTO LUCE CINECITTA' . Gina Cimmino specializzanda IPOD collabora come attrice al docufilm su Roberto Capucci LA MODA PROIBITA.
TEATRO STABILE TORINO - CINEMA GIOVANI "Giocare il Sogno Filmare il Gioco"
Roma, 2005 - MINISTERO AFFARI ESTERI "Il Piombo e l'Oro del Perdono" per il Parents Circle di Tel-Aviv
CONSULTA PROVINCIALE DI SIENA "Il Rischio della Felicità"
CEE - TEATRO STABILE CATANIA: gli studenti della Scuola di Teatro del TSC come ego ausiliari de GLI SPORCOSAURI, un socioplay ecologico per la salvezza di uomini, città e animali.
Teatro Stabile di Torino "La Moreno per Pirandello e Ciascuno a suo modo": il prologo con lo schiaffo all'autore
SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IPOD Workshop di Pet Therapy con la cocker Duffy per gli allievi della Scuola di Specializzazione in Psicodramma
2011 - RAI 2 Bricconaggio- Spin Off della rubrica 'Lo psicologo di famiglia' di Ottavio Rosati e Alessandro Cecchi Paone
RAI 2
"FANTASMI AL VALLE": psicodramma sulla famiglia Pirandello, ideato e condotto da Ottavio Rosati
UNIVERSITA' e TEATRO STABILE DI CATANIA - Ezio Donato ideatore di "Fantasmi" (tra Pirandello e Moreno)
facsimile del palcoscenico del teatro costruito da Moreno al Beacon Insititute, prototipo del Teatro del Tempo che IPOD ha messo in cantiere per Roma
2019 - FONDAZIONE MONTE DEI PASCHI DI SIENA - Psicoplay sulla rabbia secondo Jaak Panksepp
UNIROMA SAPIENZA Prof. Vezio Ruggieri, Presidente Onorario della scuola di specializzazione IPOD
DIANA BOTTI preesidente AIPSIM Associazione Italiana Psicodrammatisti Moreniani, intervista Ottavio Rosati
"Canto di Natale" di Dickens per i ragazzi di Catania al Teatro Moncada del quartiere Librino - Foto di Sergio Bertoli.
FACOLTA' DI ARCHITETTURA DI ROMA SAPIENZA: "Psicologi e Architetti" - Progetto di un Teatro di Psicodramma a Roma
https://www.youtube.com/playlist?list=PLPYEAhXhF49n707giMM5gRxgmAcCLh8N3
TEATRO STABILE DI TORINO - CINEMA GIOVANI: "Giocare il Sogno Filmare il Gioco"
Al centro del poster per il bibliodramma: SIDIVAL FILA l'artista vincitore del concorso per l'installazione da realizzare nella Chiesa/Galleria d'Arte
TETO con DON MARIO PICCHI (fondatore del CEIS) e ZERKA TOEMAN MORENO presidente dell'American Association of Group Psychotherapy and Psychodrama
DOCENTI DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE: Luciana Santioli (prevenzione e cura delle dipendenze e Photoplay
UNIVERSITA' GREGORIANA DI ROMA - KUNSTATION ST. PETER KOHLN, 2017: Madame Dior amministra il Bibliodramma diretto da Ottavio Rosati per THE STRUGGLE FOR JACOB. A destra l'artista Pietro Pirelli.
1994, INTERVISTA MULTISTRATO AD ALDO CAROTENUTO
2017 ORDINE DEGLI PSICOLOGI DEL LAZIO con PLAYS: Il finale con Caterina Varzi che annuncia le sue nozze con Tinto Brass
"Il Rischio della Felicità" un socioplay ideato e condotto da Ottavio Rosati e a cura di Luciana Santioli
Il setting de LA SCACCHIERA © di Ottavio Rosati alla Scuola di Specializzazione IPOD di Roma. Per la storia di questo gioco vai a QUATTRO DECENNI DI PLAYS CON LA PIVANO E LA VON FRANZ.
Con la cattedra di Teorie della Personalità (prof. Accursio Gennaro) - Disegno di ROBERTO CAPUCCI per i workshop di Ottavio Rosati sulle scoperte dello psiconeurologo Jaak Panksepp
OFF/OFF THEATRE e PLAYS: una nuova combinazione di cineforum e socioplay
TEATRO STABILE TORINO "La Moreno per Pirandello e Ciascuno a suo modo"
Leo Gullotta è Luigi Pirandello in "Fantasmi" un sociodramma di Ezio Donato - Università di Catania.
SCUOLA DI TEATRO DELLO STABILE DI CATANIA - Socioplay sulla scherma e il duello per gli studenti, con Enzo Musumeci Greco
MINISTERO AFFARI ESTERI "Il Piombo e l'Oro del Perdono" - sociodramma del Parents Circle di Tel-Aviv
"La Moreno (che tutti sanno chi è)" con Zerka Moreno e Pierluigi Pirandello. La voce di Jacob Levi Moreno è di Dario Fo - TST - 1986
Clicca sull'immagine per leggere un'intervista di Ottavio Rosati a Yablonsky
2017, ORDINE DEGLI PSICOLOGI DEL LAZIO con PLAYS: Socioplay "L'Amore in Piazza" diretto da Ottavio Rosati. Nella foto: Gina Cimmino e Francesco Marzano.
Il Ceis DI ROMA assegna la MEDAGLIA MORENO, incisa da ETTORE FRAPICCINI a ZERKA TOEMA MORENO e OTTAVIO ROSATI
Il primo libro derivato dalla tesi di specializzazione di uno psicodrammatista diplomato alla scuola IPOD
LA SINCRONICITA' DELL'INCENDIO AL FESTIVAL DEL CINEMA DI TORINO - "Quattro decenni di Plays tra la Pivano e la Von Franz" - Clicca sull'immagine.
CAVALLERIZZA REALE DI TORINO:"Lo psicodramma di Lady Macbeth" - Tangram Teatro
DOCENTI SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE: Enrico Santori
Ottavio Rosati, Fernanda Pivano e Alessandro Fersen premiano Zerka Toeman Moreno con una targa del Teatro Stabile di Roma
Rai Sat e Plays: sociodramma televisivo su "A Christmas Carol" di Dickens
2018, PLAYS e IPOD Un bricconaggio video di Ottavio Rosati per curare un PTSD. Con un intervento di Maurizio Stupiggia (video maker Cristiano Pinto)
RAI 3 - IL TRIPO PSICODRAMMA DI ALDO CAROTENUTO (Freud Jung e Sabine Spielrein) tratto dal programma DA STORIA NASCE STORIA. Nella foto: Claudio Bondì (regista televisivo), Ottavio Rosati e Aldo Carotenuto.
QUATTRO DECENNI DI PLAYS (il Teatro del Tempo tra la Pivano e la Von Franz) un ipertesto di Ottavio Rosati
Clicca sull'immagine per leggere l'introduzione
Dettaglio di una scacchiera analitica
UNIVERSITA' DI CATANIA: "Fantasmi" di Ezio Donato con Leo Gullotta e Ottavio Rosati - Università e Teatro Stabile di Catania
CRISTIANO PINTO video maker e autore delle luci per i socioplay della serie SETTE EMOZIONI alla FONDAZIONE MONTE DEI PASCHI DI SIENA e all'OFF/OFF THEATRE di Roma
L PIOMBO E L'ORO DEL PERDONO "La Scacchiera" per il sociodramma del Parents Circle di Tel-Aviv, Roma, 2006
CEE - TEATRO STABILE CATANIA: GLI SPORCOSAURI, un socioplay ecologico per la salvezza di uomini, città e animali.
IL TEATRO DEL TEMPO - Un progetto per medici, psicologi e architetti
DOCENTI SCUOLA SPECIALIZZAZIONE: Prof. Stefano Carta
TSC "Canto di Natale" di Dickens per i ragazzi di Catania al Teatro Moncada del quartiere Librino - foto di Sergio Bertoli.
2017, ORDINE DEGLI PSICOLOGI DEL LAZIO con PLAYS: Socioplay "L'Amore in Piazza" diretto da Ottavio Rosati.
Le origini dello psicodramma in un episodio dell'infanzia di Moreno
QUATTRO DECENNI DI PLAYS CON LA PIVANO E LA VON FRANZ: "Per il Teatro di Psicodramma lascerò 100 milioni di lire o la maggior somma." Il disegno è di Vittorio Belli. (Clicca sull'immagine)
2006 - TANGRAM TEATRO con PLAYS: Lo psicodramma di Lady Macbeth alla Cavallerizza Reale di Torino
DOCENTI SCUOLA SPECIALIZZAZIONE IPOD: Umberta Telfener
"FANTASMI AL VALLE": psicodramma trans-generazionale di casa Pirandello ideato e condotto da Ottavio Rosati - Roma, 2012.
2019 - FONDAZIONE MONTE DEI PASCHI DI SIENA - Psicoplay sulla rabbia secondo Jaak Panksepp
GIOCARE IL SOGNO FILMARE IL GIOCO - Freud e Moreno nel disegno creato da Emanuele Luzzati per il manifesto del laboratorio
RAI 1 "TUTTO IL MONDO E' TEATRO": Vittorio Gasmann invita Ottavio Rosati a presentare lo psicodramma
AUDITORIUM CHIANTI BANCA Socioplay della Manipolazione affettiva
DOCENTI DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE. Prof. Annamaria Speranza
2017, ORDINE DEGLI PSICOLOGI DEL LAZIO con PLAYS: Socioplay "L'Amore in Piazza" diretto da Ottavio Rosati.
Clicca sull'immagine per leggere l'introduzione
RAI 3 - Rosalia Maggio e Ottavio Rosati in "Da Storia Nasce Storia"
RAI SAT: "Il Pappafreud" di Ottavio Rosati con Alfredo Antonaros - Ventuno puntate sulla psicoanalisi del cibo
Iris Mattera commenta "Ciak, si gioca" di Francesco Marzano
OFF/OFF THEATRE - CATTEDRA DI TEORIE DELLA PERSONALITA' UNIROMA SAPIENZA: "SETTE EMOZIONI" secondo Jaak Panksepp": Paura. Nella foto: Ernesto Campanini, Luigi Mantuano, Ottavio Rosati.
"Una segreta simmetria: Sabine Spielrein tra Freud e Jung" sceneggiatura di Ottavio Rosati e Tania di Martino per un film di Nelo Risi - Rai Cinema.
TG3 RAI . CHI E' SCENA - ROSANNA CANCELLIERI e OTTAVIO ROSATI parlano della nuova traduzione del termine 'PSICOPLAY al posto di PSICODRAMMA
DOCENTI SCUOLA SPECIALIZZAZIONE IPOD: Pier Luigi Luisi
RAI SAT "Il PappaFreud" 21 puntate sulla psicoanalisi del cibo e delle abitudini alimentari
DOCENTI SCUOLA SPECIALIZZAZIONE IPOD: Lorella Versari
Leo Gullotta è Luigi Pirandello in "Fantasmi al Valle" - Teatro Stabile di Catania e Cinecittà Holding
TEATRO STABILE TORINO - CINEMA GIOVANI Milena Vukotic in uno psicodramma sull'amore per la serie "Giocare il sogno, filmare il gioco"
AUDITORIUM CHIANTI BANCA - Psicodramma del PTSD
Lo psicoplay per la formazione e la ricerca nell'ambito delle aziende
TEATRO VALLE: l'impianto di IPOV3 per "Fantasmi al Valle"
"Giocare il Sogno Filmare il Gioco" un workshop di Ottavio Rosati - Teatro Stabile di Torino, Festival Cinema Giovani
Didier Anzieu "Lo psicodramma analitico del bambino e dell'adolescente" -Clicca sull'immagine per leggere l'introduzione.
2017, ORDINE DEGLI PSICOLOGI DEL LAZIO con PLAYS: Socioplay "L'Amore in Piazza" diretto da Ottavio Rosati.
Clicca sull'immagine per l'intervista a Gretel Leutz
ATTI DELLO PSICODRAMMA edizioni Astrolabio Ubaldini - La raccolta dei numeri si trova sul sito della scuola di specializzazione
TEATRO STABILE TORINO - CINEMA GIOVANI "Giocare il Sogno Filmare il Gioco"
Il secondo disegno del teatro a pianta centrale di Moreno. Lo schema planimetrico è stato disegnato nel 2018 dall'architetto Manuel Lentini. Con i ringraziamenti di PLAYS.
2003 STABILIMENTI DI MARANELLO - Gruppi di psicoplay per i dirigenti Ferrari
Rai 3 e Teatro Stabile di Torino, "Da Storia Nasce Storia". Lo psicoplay di Lucio
ESITAZIONE o SPONTANEITA'? Un socioplay fatto in casa con la collaborazione della cattedra di Psicologia della Personalità del prof. Accursio Gennaro (UniRoma Sapienza)
Il presidente garante della scuola di specializzazione: prof. Accursio Gennaro
TEATRO STABILE TORINO - CINEMA GIOVANI "Giocare il Sogno Filmare il Gioco" - Psicodramma del Puer Aeternus sotto lo sguardo della fidanzata di Ottavio Rosati e di Milena Vukotic. Corrucciate.
SATBILMENTI DI MARANELLO Coaching e role playing– 2003 Japan: FERRARI FOUR WORLD TITLES IN A ROW
RAI RADIO3 - Dario Fo è Jacob Levi Moreno - "Il piacere dell'Acting Out" di Ottavio Rosati
PICCOLO TEATRO DI MILANO 1986 - Luigi Zoja, Ottavio Rosati, Fernanda Pivano, Roberto de Monticelli presentano la traduzione italiana di PSYCHODRAMA di J. L. MORENO edita da Ubaldini
2018 PLAYS e IPOD Un bricconaggio beat per FERNANDA PIVAMO (video maker Cristiano Pinto)
FERENCZI e MORENO TRA ANALISI ATTIVA E PSICODRAMMA AL DI LA' DI FREUD - Clicca sull'immagine per l'articolo di Ottavio Rosati

ABBIAMO APERTO LE PRE-ISCRIZIONI!

LA SCUOLA APPLICA UNO SCONTO AGLI STUDENTI CHE SI ISCRIVONO ENTRO IL 30 SETTEMBRE

 

 

Scuola Quadriennale di Specializzazione in Psicoterapia Individuale e di Gruppo

Riconosciuta dal MIUR con decreto n. 4020 del 15/10/08, G.U. n. 253 del 28/10/2008

logo miur web

Info: tel. 339 7493645 - 389 5590958 - 06 9727 53 59 - mail:  plays@plays.it  -  via Federico di Donato, 10, 00151 Roma 

Direttore OTTAVIO ROSATI
Presidente Garante Prof. ACCURSIO GENNARO (Università Sapienza di Roma)
Presidenti Onorari Prof. SADI MARHABA (Università di Padova)
Prof. VEZIO RUGGIERI (Università Sapienza di Roma)

Tutor degli studenti FRANCESCO MARZANODirezione didattica LUCIANA SANTIOLI

in collaborazione scientifica con JOHN CABOT UNIVERSITY di Roma

----------------------

RASSEGNA STAMPA SULLO PSICODRAMMA E GLI EVENTI DI IPOD 

CURARSI L'ANIMA CON IL TEATRO di Fernanda Pivano ("Il Corriere della Sera")

 

Zerka Moreno e Fernanda Pivano al Teatro Carignano (TST) al socioplay de 'La Moreno per Pirandello e Ciascuno a suo modo' di Ottavio Rosati
 

Jacob Levi Moreno, Zerka Moreno e il figio Jonathan all'Istitutodi Beacon - Ai lati le piante del teatro di psicpdramma.

 

Lo psicodramma è un’improvvisazione spontanea di gruppo che ha per obbiettivo la comprensione e la catarsi: utilizza metodi di azione basati sulle teorie del suo fondatore o inventore Jacob L. Moreno e specialmente negli ultimi anni ha avuto una diffusione molto vasta nelle terapie della psiche. In Italia accanto allo psicodramma praticato secondo il metodo di Moreno, particolarmente seguito dal centro di Psicoterapia di Brescia dove lo dirige Giovanni Boria, esiste anche una scuola di psicodramma analitico, che a Roma è rappresentata d Luisa Mele, Elena Croce e Gianni Ottavio Rosati (quest’ultimo direttore sia della rivista "Atti dello psicodramma" dedicata anche all’inconscio nel teatro e pubblicata da Astrolabio Ubaldini, sia di una collana sullo psicodramma dello stesso editore) ed è un gruppo attivo anche a Milano, Torino e Pesaro. Moreno è nato da una famiglia di ebrei sefarditi sul Mar Nero (la sua vedova dice a Bucarest) nel 1889 (è morto in America nel 1974), si è laureato a Vienna in medicina, ha praticato come ufficiale sanitario a Vöslau, una cittadina dei dintorni di Vienna (dove ebbe l’ispirazione per scrivere il suo trattato religioso Le parole del padre, iniziò il Teatro della Spontaneità e pubblicò il libro omonimo), ha lavorato nel 1913 alla cura delle prostitute, ha inventato nel 1920 il Giornale vivente (una forma di teatro improvvisto sugli avvenimenti del giorno), si è occupato di animazione dei bambini nei giardini pubblici, ha lavorato nel 1917 con i profughi tirolesi e si è recato nel 1925 negli Stati Uniti stabilendosi nel 1936 a Beacon, vicino a New York, dove ha lavorato per 30 anni dopo aver fondato nel 1936 la sua cinica psichiatrica privata e aver inventato la psicoterapia di gruppo e la sociometria. Parecchi teatri di psicodramma vennero allestiti sul modello di quello di Beacon negli Stati Uniti e poi anche in Europa, nell’America Latina e in Australia. Alla sua morte la direzione dell’Istituto Moreno venne presa dalla vedova Zerka, che è assistita ora dal direttore esecutivo Merlyn S. Fitzele. Il teatro dello psicodramma, a Beacon, è in un parco accanto agli uffici e incorporato nel pensionato per gli studenti, che accoglie una ventina di visitatori (la retta è di 50 dollari al giorno per 112 giorni); ha una quarantina di seggiole per gli studenti, quattro riflettori, una televisione a circuito chiuso, un registratore di precisione e, all’ingresso, un busto di Moreno. Ho rivolto alla signora Zerka qualche domanda.

 

Secondo lei lo psicodramma è una forma di teatro o una terapia?

Tutte e due le cose. Ma è qualcosa di più: è anche uno strumento educativo, culturale. E anche un metodo di addestramento. Ed è anche una ricerca molto affascinante nella psicologia. In Italia mio marito ha molti riconoscimenti perché lo considerano un precursore e perché ha influenzato Pirandello.  Moreno ha fondato un teatro della spontaneità a Vienna, basato sull’improvvisazione, nel 1921. Non si facevano prove. I sei personaggi di Pirandello non sono usciti che nel 1926. Mio marito ha scoperto l’attrice Elizabeth Bergners quand’era ragazzina a Vienna e lei era amica di Eleonora Duse, che viveva con D’Annunzio. Probabilmente Pirandello sentì parlare del lavoro di Moreno da D’Annunzio, ma non si incontrarono mai.

 

E che cosa pensa delle analogie tra lo psicodramma e il teatro di gruppo come il Living o Grotowsky?

Ha influenzato il Living Theatre, il Teatro di Strada. Quando Moreno è venuto in America, ha avuto per parecchi anni dal 1027 al 1932 un teatro chiamato Studio a Carneige Hall e pubblicava la rivista Impromptu e tutti gli esponenti teatrali parteciparono prima o poi a queste cose. Ha scoperto personaggi molto famosi, per esempio Elia Kazan, Franchot Tone (è stata la madre di Tone a darci i soldi per costruire l’interno del nostro teatro: c’è una targa commemorativa che lo ricorda). Grotowsky non lo ha mai incontrato, ma erano in contatto attraverso il commediografo tedesco Paul Pörtner  che viveva ad Amburgo ed ha scritto un libro su Moreno.

  

E vero che Moreno pensava di essere l’autore della terza rivoluzione psichiatrica dopo Pinel e Freud?

Si. Lo pensava su due basi: la liberazione della comunicazione verbale verso l’azione del dramma, la liberazione della parola all’atto e dal trattamento individuale al gruppo. Voleva liberare l’uomo dalla parola e condurre all’atto e liberarlo dall’essere incasellato nella sua psiche individuale riportandolo al mondo al quale appartiene, dal quale proviene. Non credeva che la cura dell’uomo nell’isolamento potesse risolvere i suoi problemi. E’ un altro profondo conflitto che aveva con Freud. Freud era un ateo non credeva in Dio, era ispirato dalla biologia, credeva soltanto nella nascita e nella morte, vedeva l’uomo come un essere biologico. Moreno lo conduceva nel cosmo al quale appartiene: era ispirato alle grandi religioni.


Ritiene che le tecniche dello psicodramma possano essere utili nella terapia dell’alcolismo o della tossicodipendenza?

Certamente. La Marina americana ha comprato un teatro per lo psicodramma a San Diego, lo usa specificatamente per la riabilitazione all’alcolismo; ne hanno uno anche a Long Beach è stata curata la signora Ford e anche il fratello di Jimmy Carter>>.


E le droghe?

Molti miei colleghi lavorano coi drogati. Ma cominciamo adesso.


Come è morto Moreno?

Secondo natura. La madre di Moreno è morta a 83 anni e Moreno non ha permesso che la operassero. Quando è morta e il telegramma con la notizia ci ha raggiunti a Londra mi ha fatto giurare che quando fosse giunto il suo momento avrei permesso alla natura di seguire il suo corso come lui aveva fatto con la madre, senza ospedali, senza dottori e senza operazioni. E’ morto a 85 anni e durante gli ultimi cinque anni  ha avuto una serie di trombosi; aveva l’arteriosclerosi, la pressione alta e un leggero diabete. Ha combattuto tutto con poche medicine. Soltanto nel marzo del 1947 il suo cervello è stato intaccato. Dopo quell’attacco non riuscì più a mangiare e visse per sette settimane e mezzo di acqua e seltz: si era purificato, era assolutamente puro, trasparente. Chiedeva perdono a tutti.

 

Ritiene chela reazione del pubblico alle sessioni di psicodramma sia cambiata attraverso gli anni? La gente cerca ancora la possibilità di esprimersi?

Si. Abbiamo influenzato la cultura. Se si rende accettabile il fatto di riunirsi in gruppo ed esprimere le proprie emozioni, evidentemente si cambia la cultura. E’ un doppio processo: il dramma trasforma la cultura e la trasformazione non si può manifestare finché non diminuisce la resistenza allo psicodramma. Pensi a tutte le cose che succedono: matrimonio aperto, omosessuali e le lesbiche che non si nascondono, figli che si rivoltano contro i genitori, gente che si rivolta contro il governo, pensi a quelli che hanno fatto smettere la guerra in Vietnam.

 

Ma queste trasformazioni sono avvenute dal dissenso dei Beats. Che rapporto c’è tra dissenso e lo psicodramma?

Mio marito si considerava il primo hippy europeo. Nel 1959 abbiamo comperato una casa sulla 78.a Strada e ogni sera facevamo delle sessioni aperte al pubblico. E sa chi veniva? I Figli dei Fiori gli Hippies.

 

Come mai lo psicodramma è nato dalla ricerca della spontaneità, ha finito per richiedere un training così specializzato per la formazione dei suoi esperti? E’ così difficile la spontaneità?

Noi facciamo di più che esercitare la spontaneità. Ci sono due tipi di spontaneità, quella normale che conduce all’integrazione della personalità e quella patologica. Secondo Moreno la spontaneità patologica è espressa in modo particolare dai pazienti mentali ma in un certo grado invade la nostra vita normale: si può essere normali in un ruolo e patologici in un altro. Quello che è vero della nostra cultura è che non rispettiamo la spontaneità: la nostra cultura incoraggia l’intelligenza, il controllo, la memoria, l’abilità logica, ma nella spontaneità non abbiamo fiducia perché è imprevedibile.

 

 

Per l'intervista integrale a Zerka Moreno pubblicata su "Atti dello Psicodramma" clicca qui.

 

Sky Bet by bettingy.com

La rivista "Atti dello psicodramma", edita a Roma da Astrolabio-Ubaldini a partire dal 1975 , è il primo periodico italiano dedicato allo psicodramma e allo studio dell’inconscio nel teatro. Nei suoi otto anni di vita, AdP si mosse tra psicologia e cultura, chiamando a collaborare analisti, clinici e artisti. Anche per questo la rivista meritò recensioni su giornali e riviste non solo di settore. Oggi le scorte sono esaurite da anni e alcuni fascicoli girano in fotocopia tra i giovani registi di psicodramma, per questo ne riproponiamo i testi sul sito.

primo small secondo small terzo small quarto small quinto small sesto small settimo small settimo small